Restituita stringa vuota

Affari in corso

28 DICEMBRE 2017

15:00 - Argentina

DOPO UN DECENNIO, YPF RIPRENDERÀ L'ESPORTAZIONE DI GAS NATURALE IN CILE NEL 2018
PER UN IMPORTO DI 115.000.000 M3

(ICE) - ROMA, 28 DIC -

Dopo un decennio, YPF riprenderà l'esportazione di gas naturale in Cile nel 2018 per un importo di 115.000.000 m3. Questo è l'accordo firmato tra la compagnia petrolifera statale e Methanex S.A. dove viene stabilito un volume giornaliero massimo di 1.000.000 m3 di gas naturale fino a settembre del prossimo anno.

Attraverso la risoluzione 502-E pubblicata oggi nella Gazzetta Ufficiale, il Ministero dell'Energia e delle Attività Minerarie responsabile di Juan José Aranguren, autorizzava YPF ad esportare gas naturale verso l'impresa cilena.

Methanex S.A. è un impianto di gas situato nel sud del Cile. Nel 2006, quando l'Argentina ha iniziato a mantenere il proprio gas naturale, il governo di Néstor Kirchner ha smesso di esportare il fluido in quel paese.

Il testo ufficiale dice "concedasi a YPF S.A. l'autorizzazione all'esportazione di gas naturale nella REPUBBLICA DEL CILE, a METHANEX S.A. (...) per un volume fino a UN MILIONE DI METRI CUBI AL GIORNO (1.000.000 m³ / giorno) di 9.300 Kcal / m3, impegni che, secondo quanto previsto, saranno in vigore (A) fino al 30 settembre del 2018; oppure (B) fino al completamento di un importo massimo complessivo di 100 METRI CUBI CUBICI (115.000.000 m3) di gas naturale pari a 9.300 Kcal / m3, a seconda di cosa si verifica per primo ".

Come per le altre esportazioni di gas verso il Cile autorizzate dal portafoglio energetico, le spedizioni sono in precedenza soggette alla "fornitura del mercato interno". A sua volta, la risoluzione chiarisce che YPF deve importare volumi di gas naturale equivalenti a quelli esportati, entro un periodo massimo di dodici mesi dalla data di esportazione dei volumi autorizzati.
(ICE BUENOS AIRES)