Restituita stringa vuota

Affari in corso

28 DICEMBRE 2017

22:00 - Argentina

LE SOCIETÀ CHE QUOTANO NEL MERCATO AZIONARIO HANNO PRATICAMENTE RADDOPPIATO I
LORO GUADAGNI IN UN ANNO

(ICE) - ROMA, 28 DIC -

Gli aumenti più forti nel settore energetico

Le 85 società quotate hanno trasformato la pagina. Nel terzo trimestre di quest'anno hanno registrato un utile di US $ 1,345.7 milioni, con un aumento del 205% rispetto ai $ 1.277,74 milioni di USD persi, in media nello stesso periodo del 2016. Senza prendere conto per l'industria del petrolio e del gas, che nel terzo trimestre del 2016 ha registrato un rosso di US $ 1,966,7 e distorto le statistiche, la variazione interannuale è del 93%.

Il riaggiustamento dei tassi, il boom del credito ipotecario e il decollo di opere pubbliche spiegano gran parte del miglioramento. D'altra parte, i settori sensibili riconoscono la ricezione del flusso di importazioni e il consumo interno colpito.

I dati provengono dal rapporto dell'Istituto Argentino del Mercato di Capitali (IAMC), che rivela che in termini percentuali i settori che sono cresciuti di più sono stati i trasporti di gas (2.022,7%); Attività immobiliari (581%) e Distribuzione di gas (545,3%). "Nelle società regolamentate, la ricomposizione tariffaria era fondamentale, e in febbraio il governo ha annunciato una ricomposizione per le compagnie del gas, dell'elettricità e dei trasporti, e da lì hanno iniziato a pagare la revisione tariffaria integrale, che è un accumulo molti anni che non erano stati ben riconosciuti ", ha spiegato Camilo Tiscornia, economista e partner del CyT Asesores Económicos.

Nel settore immobiliare, che è passato da u$s 25,4 milioni nel terzo trimestre del 2016 a U$S 122,2 milioni nello stesso periodo di quest'anno, il decollo dei prestiti immobiliari legati alla UVA è stato fondamentale per riattivare le operazioni.

Analizzando i risultati per il volume registrato, il più grande era il settore delle banche (u$s 532,9 milioni); di telecomunicazioni (u$s 181,3 milioni di dollari) e l'industria del metallo e del ferro e dell'acciaio (u$s 138,1 milioni di dollari). I tre settori hanno rappresentato insieme il 61,7% dei guadagni del trimestre, secondo il rapporto.

Nel settore bancario, i maggiori guadagni sono spiegati in gran parte dalla crescita di quasi il 50% dei prestiti al settore privato e, in alcuni casi, dai guadagni ottenuti con il Lebac.

"Solo 3 dei 23 settori economici hanno avuto perdite: la Distribuzione di Energia Elettrica, Carta e Cellulosa e Commercio. Solo Commercio aveva registrato guadagni nel 3 ° trimestre-16. In quel trimestre, i settori con risultati negativi erano stati 7", ha detto lo IAMC .

D'altra parte, tra i numeri rossi spicca il calo del 113,8% nel profitto del settore del commercio, che è passato dal guadagnare u$s 5,7 milioni a perdere u$s 800.000; quella dei produttori di origine agricola, che ha guadagnato il 54,2% in meno, da u$s 9 milioni a u$s 4,1 milioni e Calzature e Abbigliamento che ha visto i suoi risultati scendere del 24,7% e ha guadagnato u$s 1,9 milioni, rispetto a u$s 2,5 milioni dell'anno precedente. In questi casi, il forte ingresso delle importazioni e il calo del consumo interno sono stati i fattori scatenanti.
(ICE BUENOS AIRES)