Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

08 GENNAIO 2018

09:10 - Romania

ROMANIA: NEL 2018 SI STIMA UNA CRESCITA ECONOMICA AL 5,5% (CNP)

(ICE) - ROMA, 08 GEN - La Commissione romena per la Previsione (CNP) stima una crescita economica del 5,5% per quest'anno, mentre il Prodotto interno lordo (PIL) raggiungerà 907,9 miliardi di lei (circa 195,8 miliardi di euro). È quanto si legge in un comunicato stampa. Secondo le ultime previsioni elaborate dalla CNP, nel 2018 il PIL pro capite sarà di 46.617 lei (circa 10 mila euro). Il consumo finale registrerà un aumento del 5,8%, con i consumi individuali delle famiglie in aumento del 6,2%. Le esportazioni FOB ammonteranno a 67,33 miliardi di euro (+7,6% rispetto al 2017) mentre le importazioni CIF a 81,6 miliardi di euro (+8,7%), con un deficit commerciale che raggiunge i 14,27 miliardi di euro. Il tasso di inflazione medio annuo sarà del 3,1% e alla fine di quest'anno sarà del 2,6%, mentre il tasso medio di cambio scenderà leggermente a 4,55 lei / euro (rispetto a 4,56 lei / euro stimato per il 2017). Il numero medio di dipendenti aumenterà del 4,2% a 5,138 milioni di persone. Il numero di disoccupati è stimato alla fine dell'anno a 351 mila persone e il tasso di disoccupazione al 3,9%. Lo stipendio medio lordo è stimato a 4.162 lei (circa 898 euro) e il netto a 565 euro (+11%). L'aumento del guadagno reale è stimato al 7,7%. Per il 2017, la CNP prevede una crescita economica del 6,1% e un valore del PIL di 842,5 miliardi di lei (circa 181,7 miliardi di euro; dati calcolati ad un tasso medio di cambio del mese di dicembre 2017: 1 euro=4,6359 lei). Anche le istituzioni finanziarie internazionali stimano un progresso significativo dell'economia della Romania per il 2018, anche se al di sotto di quello stimato dalla CNP. Pertanto, la Commissione europea stima una crescita dell'economia romena del 4,4%, simile a quella delle ultime previsioni del Fondo monetario internazionale. La Banca mondiale stima un’espansione del PIL del 4,1% nel 2018, mentre la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo ha previsto una crescita del PIL del 4,2%. (ICE BUCAREST)