Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

08 GENNAIO 2018

09:31 - Romania

DA GENNAIO 2018 LO STIPENDIO MINIMO LORDO GARANTITO SALE A CIRCA 410 EURO

(ICE) - ROMA, 08 GEN - Il Governo romeno ha approvato l’aumento dello stipendio minimo lordo garantito a partire dal mese di gennaio 2018 del 31,03% da 1.450 (315 euro circa) a 1.900 lei al mese (410 euro circa) per un orario medio di lavoro di 166 ore/mese, pari ad un valore di 11,40 lei/ora (2,45 euro/ora circa). Nello stipendio non sono inclusi i bonus e altri incentivi. L’aumento avviene nel contesto del transfer dei contributi sociali dal datore di lavoro al carico del dipendente. Anche se la Romania presenta formalmente il più alto incremento (31,03%) del salario minimo lordo i Europa centrale e orientale, in realtà la crescita netta è molto più bassa. Con uno stipendio lordo minimo di 413 euro (1.900 lei) al mese, o 252 euro netti, la Romania è ancora al penultimo posto nell'Unione europea nella classifica. La Bulgaria è ultima con un salario minimo netto di 226 euro al mese. Se un dipendente romeno guadagna 252 euro netti, come salario minimo, un impiegato ungherese ha 40 euro in più, mentre uno della Repubblica Ceca ha 165 euro sopra il livello del mercato locale. In confronto, un impiegato polacco guadagna 113 euro in più di un romeno pagato con lo stipendio minimo. (ICE BUCAREST)