Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

23 GENNAIO 2018

10:32 - Romania

LA ROMANIA PER LA PRIMA VOLTA DIVENTA PAESE IMPORTATORE DI LEGNO

(ICE) - ROMA, 23 GEN -

Nel 2017 con le nuove leggi nel settore forestale e a causa dell’aumento del prezzo del legno la Romania, per la prima volta nella sua storia, è diventata un importatore di legname.

Il legno venduto da Romsilva (Monopolio di stato sulle foreste) ha registrato una crescita del 43% del prezzo, specialmente per il faggio. I prezzi di vendita per l’abete hanno registrato una crescita del 52% e per il rovere del 43%.

Per il 2018 Romsilva ha un programma di raccolta (taglio di alberi) di 9,98 mil.mq. La stessa autorità ha in amministrazione 3,14 mil. di ettari di fondo forestale della proprietà pubblica dello stato, pari a circa il 47% del totale del fondo forestale nazionale.

Se la crescita del prezzo del legno è stato un successo per la Romsilva e per gli altri proprietari (privati di foreste), per i produttori di mobili ed altri operatori dell’industria del legno ciò ha comportato problemi.

La modifica del Codice Forestale nel giugno 2017 ha portato una vera crisi economica nel settore del legno.

L’Associazione Fordaq ha comunicato che nel periodo 2011 -2018 la crescita dei prezzi del legno è stata del 250% e con l’entrata in vigore del nuovo codice forestale nel giugno 2017 si stima che nel periodo 2011 – 2018 l’aumento dei prezzi si avvicinerà del 400%.

Così si è arrivati alla situazione in cui la Romania da esportatore di legno è diventato importatore, esportando circa 0,3 milioni mq. e importando oltre 2 milioni di mq di legname l’anno. 

(ICE BUCAREST)