Restituita stringa vuota

Affari in corso

31 GENNAIO 2018

21:00 - Argentina

I PROGETTI DI ESTRAZIONE DEL RAME CERCANO DI ATTIRARE INVESTIMENTI PER
u$s 15.000 MILIONI

(ICE) - ROMA, 31 GEN - L'Argentina può diventare una potenza metallurgica in pochi anni se riesce ad attrarre investimenti per oltre 15.000 milioni di dollari necessari per sviluppare dieci progetti in fase avanzata in cinque province. Gli studi condotti dal sottosegretario dello sviluppo minerario della nazione sottolineano che le condizioni di stabilità fiscale e le misure adottate per rafforzare la competitività aziendale, creano un contesto sempre più favorevole per l'arrivo di nuovi investimenti nel settore. Nel caso dei dieci progetti più avanzati, a riserve e riserve di rame comprovate e probabili (57,4 milioni di tonnellate), si aggiungono 38 milioni di once d'oro; 776 milioni di once di argento e 1,3 milioni di tonnellate di molibdeno, ha detto l'agenzia nelle presentazioni agli investitori privati. Evidenzia inoltre, negli studi del Ministero delle Miniere, i mega progetti di Taca Taca, a Salta, con 9,5 milioni di tonnellate di riserve di rame (che richiedono investimenti per 3.000 milioni di dollari USA); e Agua Rica, a Catamarca (7,3 milioni di tonnellate e US $ 2,216 milioni). Le dieci più avanzate compagnie di rame sono state completate con San Jorge, a Mendoza, con un potenziale di 929.000 tonnellate, per cui sarebbe necessario investire 370 milioni di dollari; Campana Mahuida, a Neuquén (306.000 tonnellate e US $ 150 milioni) e Río Grande, a Salta (637.000 tonnellate e US $ 100 milioni). A questi dieci progetti per lo sfruttamento del rame e di altri minerali associati si aggiungono quasi altri 30 "nella fase iniziale e intermedia", che si trova in sei province della catena montuosa (ICE BUENOS AIRES)