Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

27 MARZO 2018

17:13 - Argentina

IDB: LATINOAMERICA CRESCERÀ DEL 2,5% NEL 2018 (ESCLUSO VENEZUELA)

(ICE) - ROMA, 27 MAR -

L'America Latina ei Caraibi dovrebbero crescere più vigorosamente nei prossimi anni, anche se al di sotto della crescita dell'economia mondiale a causa dei bassi livelli e della scarsa qualità degli investimenti, secondo il Rapporto Macroeconomico 2018 dell'Inter-American Development Bank (IDB).

La prima parte del Rapporto macroeconomico, La Hora del Crecimiento, è stata lanciata durante la riunione annuale dell'IDB che si è tenuta a Mendoza, in Argentina. La seconda parte, su cosa possono fare i paesi per favorire gli investimenti, fu presentata domenica 25 marzo.

Il PIL della regione dovrebbe crescere in media del 2,6% tra il 2018 e il 2020, in linea con i tassi di crescita storici (il 2,4% è il tasso di crescita medio tra il 1960 e il 2017). Tuttavia, questo tasso è in ritardo rispetto a regioni come l'Asia e l'Europa emergente, che proiettano una crescita del 6,5% e del 3,7% nello stesso periodo.

Il report dell'IDB a cui fa riferimento ambito.com afferma che la crescita globale nel 2018 sarà del 3,9%, un livello che non è stato raggiunto dal 2011, e che sarà "estremamente alto tra i paesi". Tuttavia, nonostante il "relativamente positivo per gli indicatori fondamentali dell'economia globale", si prevede che nel 2018 l'America Latina ei Caraibi cresceranno solo dell'1,9%. "Questo risultato deludente, data l'evoluzione del resto del mondo, è dovuto sia a fattori strutturali che temporanei", afferma.
I dati sulla crescita regionale sono inferiori a causa della crisi in Venezuela (che avrebbe nel 2018 una recessione stimata del 15%). Escludendo il Venezuela, la crescita regionale dovrebbe essere del 2,5% nel 2018.

"Come la più grande economia della regione, il Brasile ha il peso maggiore nei dati di crescita regionale e sta attualmente recuperando dalla recessione, con una previsione di crescita di circa l'1,9% entro il 2018. Escludendo il Venezuela, si prevede che tutti i paesi beneficiari del PIL avranno una crescita positiva nel 2018. Ci si aspetta che nove paesi crescano ad oltre il 3,5%, tra cui Repubblica Dominicana, Nicaragua, Panama e Perù, tutti destinati a crescere fino al 4% o più ", aggiunge il lavoro di IDB. E dice: "La regione potrebbe solo recuperare e tornare al suo mediocre tasso di crescita (pro capite) medio nel lungo termine nei prossimi anni".

Inoltre, approfondisce: "Si prevede che la crescita economica globale di circa il 3,8% nei prossimi anni sarà maggiore di quella della regione". Pertanto, date queste proiezioni, l'America Latina ei Caraibi perderanno terreno in termini di la loro partecipazione al PIL globale ". E conclude: "Pertanto, anche in questo momento favorevole per i fondamentali globali, è probabile che la regione avrà solo tassi di crescita moderati nei prossimi anni".
(ICE BUENOS AIRES)