Restituita stringa vuota

Affari in corso

28 MARZO 2018

17:07 - Argentina

DINAMISMO NEL SETTORE ELETTRODOMESTICI

(ICE) - ROMA, 28 MAR -

L'eliminazione delle tariffe e delle tasse ha favorito la vendita di elettrodomestici, secondo l'agenzia di consulenza Ecolatina.

I prezzi del settore sono aumentati ad un tasso inferiore rispetto al livello generale, che è aumentato in media del 27,3%, con una differenza di 12,5 punti percentuali.

L'eliminazione delle tariffe di importazione e tasse interne ha permesso che i prezzi di elettrodomestici e articoli per la casa si incrementassero di meno rispetto la media e le vendite nel 2017 sono stati superiori del 5,7% rispetto all'anno precedente, con buone prospettive per il 2018 da parte del dinamismo delle costruzioni e la Coppa del Mondo in Russia, secondo un rapporto di Ecolatina.

Nel quarto trimestre del 2017 le quantità elettrodomestici e articoli per la casa venduti nella Grande Buenos Aires sono saliti del 8,5% anno su anno, e si è concluso l'anno con un incremento del 5,7% rispetto al 2016.

Intanto, in valuta, le vendit del settore nella Grande Buenos Aires è cresciuta del 23,9%, nel quarto trimestre con un incremento del 20,1% nel 2017.

Tuttavia, ha chiarito il lavoro, in quanto i prezzi degli Articoli per la casa sono aumentati del 14,3%. Nel quarto trimestre del 2017 e una media del 13,4% nel 2017, è stato registrato un aumento dei volumi venduti.

Inoltre, i prezzi per la categoria è aumentato ad un ritmo più lento di livello generale, che ha aumentato durante l'anno in media del 27,3%, una differenza di 12,5 punti percentuali.

In questo senso, "l'eliminazione della tariffa del 35% sulle importazioni di prodotti elettronici nei primi mesi del 2017, con l'abolizione delle accise per i telefoni cellulari, televisori LCD, microonde e condizionatori d'aria fabbricati nella Terra del Fuoco e la riduzione del 17% 10,5% per elaborati al di fuori dell'isola (sia nazionali e importati), consentiti prezzi interni spostare la categoria lo scorso anno ad un ritmo più lento di livello generale".

Allo stesso modo, le vendite in termini attuali di elettrodomestici e articoli per la casa sono aumentate del 22,3% nel 2017.

"Se assumiamo che l'inflazione per la categoria all'interno del paese era simile a quello registrato nel GBA, le vendite effettive del 7,5% al di sopra del 2016 i livelli erano situati," il lavoro.

"Alla riduzione relativa dei prezzi degli articoli della categoria, stimolano la domanda fattori come la crescita del credito al consumo (strumento chiave nel settore), migliorando il potere d'acquisto e approfondire l'apprezzamento del tasso di cambio", ha detto Ecolatina.

Tuttavia, ha aggiunto, se i volumi di vendita del passato con il 2015 anno ha confrontato queste il 13,7% erano al di sotto del GBA e del 9,6% l'intero paese.

Per il consulente, i fattori che hanno rallentato la ripresa del settore è stata la realizzazione di "prezzi trasparenti", costringendo distinguere tra prezzo a pronti e finanziati inizialmente generato confusione tra i consumatori e contratti di vendita; e mentre i piani di acquisto continua con carta di credito a 12 e 18 rate, che è capitato di avere un costo finanziario.

Per quanto riguarda la produzione nazionale, non tutti i gruppi di articoli potrebbe sfruttare l'aumento della domanda durante il 2017: Il calo della produzione osservato l'anno scorso si sono verificati negli articoli prodotti principalmente nella Terra del Fuoco perché sono stati più esposti contro la concorrenza di quelli importati.

In questa linea, gli acquisti all'estero di elettrodomestici e articoli elettronici (in dollari) sono saliti del 21,2% nel 2017.

2018 è destinato a continuare voce i prezzi si muovono ad un ritmo più lento rispetto al CPI dopo aver eliminato le tasse interne, aumentando la domanda di elettrodomestici e articoli per la casa.

Inoltre, il dinamismo previsto per la costruzione, prevede un consumo attivo di manufatti legati all'attività (scaldabagni, scaldabagni, caldaie, stufe, ecc).

Inoltre, la classificazione dell'Argentina alla Coppa del Mondo prevede una buona performance delle vendite televisive.

Infine, la crescita del credito al consumo e la stabilità del potere d'acquisto dei salari, incentivi aggiunto per l'acquisto di beni durevoli, conclude il rapporto.
(ICE BUENOS AIRES)