Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

25 LUGLIO 2019

23:09 - Argentina

ESENZIONE DEL DAZIO ALLE IMPORTAZIONI DI MATERIALI DESTINATI ALLA SCIENZA

(ICE) - ROMA, 25 LUG -

Il Governo argentino ha esentato il pagamento della tassa doganale ai materiali importati destinati alla ricerca scientifica e tecnologica, in conformità al decreto 515/2019 pubblicato oggi nella Gazzetta ufficiale.

La legge 25.613 ha istituito il regime di importazione per le ricerche scientifico-tecnologiche, che esenta il pagamento dei dazi all'importazione e qualsiasi altra imposta, tassa, contributo, dazio o tassa doganale, creata o da creare, esclusi i costi di servizio, per l'importazione di beni effettuati dai beneficiari.

La misura prevista può essere sfruttata dalle agenzie e dalle entità dello Stato nazionale, delle province e della città autonoma di Buenos Aires con competenza in materia ed entità di pubblica utilità.

La sottosezione f) comprende le associazioni, le fondazioni e le entità civili di assistenza sociale, sanità pubblica, carità, istruzione, cultura scientifica, letteraria, artistica, commerciale e fisica o intellettuale ed esclude le entità che ottengono le loro risorse, in tutto o in parte, per lo sfruttamento di spettacoli pubblici, giochi d'azzardo, corse di cavalli e attività simili, nonché attività di credito o finanziarie, ad eccezione dei collegi e dei consigli professionali e del Fondo di sicurezza sociale, creato o riconosciuto da norme legali nazionali e provinciali.

Lo scorso aprile è stato stabilito che le agenzie dovessero identificare la merce in base alle posizioni tariffarie della nomenclatura comune del Mercosur (NCM), in qualsiasi regime che stabilissero per regolare il traffico internazionale di merci.

Il decreto ha evidenziato che il destino dei beni immessi in relazione alla ricerca scientifica e tecnologica giustifica un maggiore sforzo da parte dello Stato nella semplificazione e facilitazione delle procedure di commercio estero relative alla sua importazione, nonché la riduzione dei costi associati .

Di conseguenza, i regolamenti hanno sostenuto che è necessario ottimizzare l'interazione degli enti pubblici al fine di stabilire processi agili ed efficienti che riducano l'onere amministrativo e tendano alla burocratizzazione delle procedure.

Per questo motivo, ha indicato che è pertinente attuare,  con l'obbligo di tutte le agenzie le cui competenze sono di rilasciare dichiarazioni, permessi, certificazioni, licenze e altre autorizzazioni che sono prerequisiti per l'importazione di informare l'Unità di esecuzione del regime nazionale, gli interventi amministrativi richiesti nelle operazioni beneficiate dalla legge 25.613.
(ICE BUENOS AIRES)