Restituita stringa vuota

Affari in corso

21 AGOSTO 2019

17:28 - Argentina

LA PROVINCIA DI CORDOBA INCREMENTA LA PRODUZIONE DI ENERGIA DI FONTI RINNOVABILI

(ICE) - ROMA, 21 AGO -

La Empresa Energética Provincial de Córdoba (EPEC) ha ottenuto l'aggiudicazione di un progetto di repowering dello stabilimento di La Calera nel terzo round del piano RENOVAR - MiniRen. L'avviso di convocazione per la presentazione di proposte è stato fatto dal Ministero dell'Energia della Nazione, nell'ambito della Legge 27.191 - Regime di Sviluppo Nazionale per l'uso di fonti energetiche rinnovabili per la produzione di energia elettrica.

Il progetto EPEC, che è stato aggiudicato, prevede la sostituzione di due turbine delle quattro che l'impianto ha dalla sua creazione e uno dei due tubi forzati che alimentano le turbine con acqua. Inoltre, l'installazione di tutte le nuove apparecchiature: generatore, sistemi di controllo e comunicazione.

Il repowering di questo impianto comporterà l'aumento di un megawatt all'attuale capacità di produzione di energia. Pertanto, l'impianto avrà 5 megabyte installati, con una produzione stimata di 20 mila megawatt / ora all'anno, che andrà alla rete elettrica nazionale, attraverso la rete provinciale.

Il principale vantaggio che il lavoro porterà sarà un migliore utilizzo del fiume Suquía. EPEC ha due impianti operativi, San Roque e La Calera, che sfruttano questo canale per generare elettricità. Con il repowering, la produzione di energia elettrica da questa risorsa naturale aumenterà.

Il lavoro includerà l'adattamento delle strutture per i nuovi macchinari, con un sistema di comunicazione che consentirà il telecomando dell'impianto. Lo stesso accadrà nei piccoli sfruttamenti idraulici in costruzione. Questi nuovi impianti avranno personale di manutenzione ordinaria, ma non richiederanno personale permanente per gestirli.

"Il tempo previsto per l'avvio di questo repowering è di tre anni, tuttavia chiederemo alla società che risulti aggiudicataria dei lavori di migliorare i tempi di consegna, in modo che le nuove turbine inizino a funzionare il più presto possibile", ha assicurato il responsabile della generazione EPEC Alejandro Dallasta.

“La particolarità di questo round 3 è che la potenza massima consentita per piccoli usi idraulici è fino a 10 megabyte, ecco perché lo chiamano il mini RenovAr. Al momento, disponiamo di un portafoglio di progetti che stiamo sviluppando e in base alle condizioni proposte dal round 4, vedremo quali proposte abbiamo ”, aggiunse il vicedirettore per la pianificazione della generazione e dello sviluppo, Lucas Gumierato, secondo il Diario de Carlos Paz.
(ICE BUENOS AIRES)