Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

28 AGOSTO 2019

21:48 - Argentina

A SETTEMBRE LA 2ª EDIZIONE DELL'IPAR INDICATORE CHE VALUTA IL POTENZIALE DI INVE
STIMENTO IN ENERGIE RINNOVABILI

(ICE) - ROMA, 28 AGO -

Il secondo rilevamento dell'IPAR, l'indicatore che valuta il potenziale d'investimento di energie rinnovabili delle province, sarà pubblicato a settembre.
Marcelo Corti, direttore esecutivo del Centro per lo Sviluppo Sostenibile della Facoltà di Scienze Economiche dell'UBA (Università di Buenos Aires), analizza in un'intervista per Energía Estratégica il funzionamento dell'indicatore provinciale di attrazione rinnovabile (IPAR), che consente di misurare lo sviluppo del settore in ciascuna giurisdizione , sia per quanto riguarda i grandi parchi che la generazione distribuita.

Riguardo la prima edizione è stata un'esperienza molto soddisfacente e con una ricettività molto positiva da parte degli utenti, che ha permesso di fornire informazioni rilevanti per il settore, mostrando il grado di sviluppo delle energie rinnovabili in ciascuna giurisdizione del paese e la sua attrattiva per gli investimenti . Tutto ciò basato sull'attuazione della legge n. 27.191 del regime di sviluppo nazionale per l'uso di fonti energetiche rinnovabili per la produzione di energia elettrica e della legge n. 27.424 del regime per la promozione della generazione distribuita di energia rinnovabile integrato alla rete elettrica pubblica, ha detto Corti.

L'IPAR è costruito utilizzando variabili che dimensionano gli aspetti normativi, fiscali e istituzionali in base alle normative vigenti, nonché questioni tecnologiche, utilizzo delle risorse e sviluppo delle infrastrutture in ciascuna giurisdizione. Le variabili nella prima edizione erano 27 e, in questo aggiornamento, ne è stata incorporata una nuova, raggiungendo 28 in questa seconda edizione.

Nelle future edizioni l'IPAR rifletterà progressivamente l'impatto delle azioni attuate nello sviluppo delle energie rinnovabili a livello sub nazionale, a seguito del monitoraggio e della misurazione delle variabili che lo compongono.

L'aggiornamento è semestrale, quindi la nuova edizione sarà lanciata a settembre.

La prima edizione ha indicato come le province più attraenti a Buenos Aires, San Juan e Córdoba. La nuova edizione mostrerà cambiamenti sostanziali nella classifica.

Molte province si sono impegnate nel regime di promozione della generazione distribuita. Finora undici giurisdizioni hanno aderito alla legge n. 27.424. Il primo ad aderire fu Mendoza a luglio 2018, seguito da Tucumán, Cordova, San Juan, Terra del Fuoco e La Rioja. Quest'anno si sono uniti Catamarca, Chubut, Città autonoma di Buenos Aires, Chaco e Rio Negro.

Per ora, il regime è già stato implementato a Cordova e CABA mentre a San Juan, Mendoza e Rio Negro è in fase di attuazione.

Rigiuardo l'universo di utenti che oggi è in grado di accedere a tutti i vantaggi della legge n. 27.424, possiamo parlare di circa 7 milioni di utenti, che rappresentano circa il 45% della domanda. A coloro che sono interessati a conoscere tutte le informazioni relative alla generazione distribuita, inclusi distributori e cooperative, consigliamo di visitare il sito Web www.argentina.gob.ar/energia/generacion-distribuida
(ICE BUENOS AIRES)