MISE Foreign visitors
Campus Formativo Newsletter Promozionale Sala Stampa Export Club
Romania
Panorama Internazionale

10 LUGLIO 2017

11:43 - Romania

INCONTRO TRA PROGETTAZIONE ITALIANA E ROMENA IN VISTA DEI FONDI UE
Venti aziende italiane e ottanta romene al seminario ICE-OICE di Bucarest

Immagine (ICE) - ROMA, 10 LUG - Un confronto aperto e sincero sulle grandi opportunità che in Romania si aprono per la progettazione italiana con i fondi europei a sostegno dei progetti che saranno lanciati a breve in tema di costruzioni, strade, ferrovie. È quanto è emerso dalla Conferenza organizzata da ICE in collaborazione con OICE e con il Patrocinio dell’Ambasciata d’Italia “Innovazione progettuale per lo sviluppo delle infrastrutture sostenibili” svoltasi il 6 luglio 2017 a Bucarest. Venti imprese italiane hanno incontrato ottanta controparti romene per mettere a disposizione la propria expertise e favorire così il trasferimento di idee e di pratiche di successo. L’appuntamento ha segnato il rinnovato interesse della progettazione italiana verso un Paese in cui OICE vanta già una storica presenza ma dove lo spazio per aumentare ulteriormente la collaborazione è ancora notevole, in vista della partenza dei progetti europei. La collaborazione tra Italia e Romania nel settore è ampia e collaudata da anni anche se in qualche occasione romeni e italiani si sono mossi reciprocamente appunti sulla qualità dei lavori, i ritardi nell’esecuzione – da una parte – e l’eccessiva attenzione al prezzo più basso o la scarsa affidabilità delle procedure dall’altro. Fatto è che quello romeno è un mercato che non può essere ignorato, promettente, sostenuto da importanti progetti pubblici e privati, con una disponibilità ragguardevole di fondi comunitari che diverranno – con l’elaborazione dei relativi progetti – via via più rilevanti nei prossimi anni. Per avere un’idea, i progetti relativi alla costruzione di autostrade e superstrade le cui procedure di gara sono ai nastri di partenza valgono 2 miliardi di euro. Il contratto di progettazione e esecuzione del raccordo di Bucarest Nord, che sarà in gara nell’ultimo trimestre di quest’anno, ha un valore di 654 milioni di euro. Per quanto riguarda le ferrovie, il valore dei nuovi progetti che saranno finanziati attraverso i fondi europei e “The Connecting Europe Facility” (CEF) 2014-2020 attualmente in fase di elaborazione per acquisto studi di fattibilità ammonta a circa 75 milioni di euro, con il lancio delle procedure di gara previsto tra il terzo trimestre 2017 e il primo trimestre 2018. La conferenza ICE-OICE è servita a mantenere vivo il confronto e lo scambio di opinioni tra partner e ha fornito un quadro aggiornato delle tante opportunità che possono vedere protagoniste le imprese italiane e dei riferimenti normativi (Masterplan dei trasporti, contratti Fidic, nuove procedure per gli appalti pubblici ecc) in continuo mutamento da conoscere bene prima di iniziare l’attività all’estero. (ICE BUCAREST)

Dove siamo