MISE Foreign visitors
Campus Formativo Newsletter Promozionale Sala Stampa Export Club
Home > Notizie Italia/Estero!
Panorama Internazionale

14 SETTEMBRE 2017

16:10 - Venezuela

IL GOVERNO PREPARA LA RIFORMA DEL SISTEMA CAMBIARIO DICOM

(ICE) - ROMA, 14 SET -

Il vicepresidente para el Área Económica, Ramón Lobo ha annunciato che il Governo sta perfezionando i correttivi necessari da apportare al sistema di cambi definito Divisas con Tipo de Cambio Complementario Flotante de Mercato (DICOM), affinché le valute estere che verranno assegnate nel corso delle aste che vengono annunciate settimanalmente dalla Banca Centrale del Venezuela, siano rappresentate da un gruppo ristretto e selezionato di monete estere, diverse dal dollaro americano, specificatamente dallo yuan cinese, dalla rupia indiana, dal rublo rusSo e dallo yen giapponese, che a detta dello stesso vicepresidente, coprono il 30% del volume delle transazioni finanziarie mondiali.    

È opportuno ricordare che dal febbraio 2003 il mercato valutario in Venezuela è regolato dallo Stato con un sistema cambiario che si basa su 2 tassi di cambio ufficiali:

-Il tasso fisso, denominato Divisas con Tipo de Cambio Protegido (DIPRO), con una parità cambiaria di bolívares 10 per USD, utilizzato per l’acquisizione di beni e servizi e per le rimesse in valuta estera rientranti in quei settori definiti prioritari dal Governo quali l’alimentare, il farmaceutico, il pensionistico, la salute, la cultura, lo sport, le ricerche scientifiche e casi mirati di particolare urgenza, mentre le altre divise sono rapportate al dollaro USA ai cambi internazionali e convertite in bolívar al tasso fisso di cambio.

-Il tasso fluttuante, che oscilla entro 2 limiti di riferimento -uno inferiore ed un superiore- fissati di volta in volta dalla Banca Centrale del Venezuela in occasione delle convocazioni delle aste, definito Divisas con Tipo de Cambio Complementario Flotante de Mercato (DICOM), applicato a tutte le altre operazioni. Nello specifico le imprese locali possono acquisire mensilmente importi in valuta estera pari al 30% del reddito lordo medio mensile, riportato nella loro dichiarazione dei redditi dell’ultimo esercizio fiscale, fino ad un massimo di 400.000 USD. Con questo sistema, entrato in vigore a maggio u.s., sono stati assegnati oltre 390 milioni di USD.

(ICE CARACAS)

Notizie Italia/Estero