MISE Foreign visitors
Campus Formativo Newsletter Promozionale Sala Stampa Export Club
Home > Notizie Italia/Estero!
Affari in corso

11 OTTOBRE 2018

19:39 - Angola

INVESTIMENTO CINESE AUMENTA LA SUPERFICIE E FIORISCONO NEI CAMPI DEL SAMBO

(ICE) - ROMA, 11 OTT -

Huambo - A 40 chilometri della città di Huambo, nel comune di Sambo, municipio della Chicola-Choloanga, fiorisce il progetto agricolo "Jiang Zhiu Agricultural", un investimento privato cinese che già dà frutti.
Quindici milioni di dollari è l'importo inizialmente applicato per la coltivazione di mille ettari di terreno, l'acquisto di attrezzature e la costruzione di infrastrutture di supporto, come ad esempio residenze per tecnici, tra gli altri.
Jinlin Zhu è il nome dell'imprenditore cinese che, dalle terre lontane della Cina, ha scoperto opportunità e potenziale agricolo negli altipiani centrali dell'Angola, per aiutare a sviluppare questo settore e moltiplicare il suo capitale attraverso la coltivazione di diversi prodotti.
In un'intervista, ha confessato di aver trovato potenziale e prospettiva ampia nel settore agricolo angolano, mettendo in evidenza la regione di Huambo.
Il cammino, ha detto, è cominciato tre anni fa, inizialmente raccogliendo dati per una produzione sperimentale sotto la guida di esperti cinesi.
L'impianto propriamente detto si è avuto nell'anno agricolo 2016/2017, con la coltivazione di mille ettari, con la conseguente raccolta di mille tonnellate di mais, trecento di soia, 50 di riso e 150 di sisal.
Presto, l'azienda è entrata nel percorso di crescita, con i numeri ad aumentare nel 2017/2018, periodo in cui sono stati coltivati duemila ettari di soia e mais, con la conseguente raccolta di 1.300 tonnellate di mais, 400 di soia, 50 di riso e 150 sisal.
Le buone prospettive hanno rafforzato la fiducia nell'investimento, quindi, racconta l'investitore, la Ziang Zho si è vista, nel 2017, nella necessità di firmare un contratto con il governo della provincia di Huambo, per affittare un terreno di 10.000 ettari per 30 anni, in cui è stato investito un importo di 15 milioni di dollari, sempre in soli duemila ettari.
Parte della produzione, principalmente mais, è stata trasformata in farina nella capitale, dando luogo a un prodotto che ha già conquistato il mercato nazionale. L'altra parte è stata venduta a clienti industriali nelle province di Luanda, Bié, Huíla e Benguela.
Il progetto ha generato 150 posti di lavoro per giovani angolani e 21 posti di lavoro per Cinesi.
Quando si concluderà, tra cinque anni, secondo Jinlin Zhu, il progetto integrerà anche la silvicoltura, la zootecnia, la lavorazione e la conservazione di prodotti.
Con gli occhi puntati sul futuro, sono già in costruzione quattro silos con la capacità di immagazzinare 150 tonnellate di cereali ciascuno, e un essiccatore.
L'ambizione dell'imprenditore va oltre, quindi la previsione è costruire fabbriche di olio e tessitura, giustificando l'attuale scommessa sul sisal.
In questa fase, sarà stato realizzato un investimento di 40 milioni di dollari, compresa la costruzione di diverse infrastrutture e l'acquisizione di attrezzature.
Per sostenere il progetto, Jinlin Zhu ha informato che nel 2017 sono state fondate basi di formazione per talenti angolani nella città di Taizhou, in collaborazione con l'Istituto professionale e agro-zootecnico di Jiangsu.
In questo contesto, la JiangZhiu Agricultural ha finanziato, l'anno scorso, borse di studio per 12 studenti della città di Huambo, nelle aree della trasformazione di prodotti del campo e del miglioramento delle sementi.
Nel giugno di quest'anno, l'istituto ha fondato una filiale in Angola, che si trova proprio presso la JiangZhiu Agricultural, nella località del Sambo, che dovrebbe entrare in funzione il prossimo anno.
La filiale, con una capacità di 75 studenti all'anno, faciliterà le lezioni pratiche dei laureati della Facoltà di Agronomia di Huambo, presso l'Università José Eduardo dos Santos, con il supporto di esperti nazionali e cinesi.
L'obiettivo, ha detto, è di promuovere lo sviluppo dell'agricoltura locale e garantire i talenti necessari per il settore.
"Lo sviluppo della nostra azienda in Angola ha un impatto positivo sui vari settori del Paese. Andremo avanti con coraggio, rimboccandoci le maniche per lavorare, come al solito, e contribuiremo allo sviluppo dell'Angola", ha sottolineato.
(ICE LUANDA)

Notizie Italia/Estero