MISE Foreign visitors
Campus Formativo Newsletter Promozionale Sala Stampa Export Club
Home > Notizie Italia/Estero!
Panorama Internazionale

11 OTTOBRE 2018

22:25 - Brasile

ABIMEI SI DICHIARA SORPRESA DA FINE DI EX-TARIFFARIO PER MACCHINE DA TAGLIO

(ICE) - ROMA, 11 OTT -

L’Associazione brasiliana degli importatori di macchine e attrezzature industriali (Abimei) ha espresso sorpresa dalla fine delle condizioni ex-tariffarie per le macchine da taglio laser decisa lo scorso mese dalla Camera brasiliana del commercio estero (Camex), organo legato al governo di Brasilia.

Lo scorso mese, la Camex ha pubblicato una risoluzione che rimuove le macchine da taglio laser dalle condizioni ex-tariffarie, stabilendo un dazio del 14% per l'importazione di questi prodotti.

"L'industria brasiliana ha ricevuto un altro duro colpo in termini di competitività: una risoluzione 63, pubblicata il 10 settembre dalla Camex, che riteniamo essere assurda e dannosa per le industrie del mercato interno brasiliano. L'ente responsabile della regolamentazione del commercio estero in Brasile ha applicato, con tratto di penna, un'aliquota del 14% sull'importazione di macchine per taglio laser, ritirando l'esenzione che questo tipo di macchina aveva per non avere una produzione analoga sul mercato interno. Il provvedimento ha sorpreso tutte le aziende produttrici di altri paesi, che fabbricano all’estero e portano questo tipo di tecnologia in Brasile, soprattutto perché non esiste una tecnologia simile prodotta nel paese”, si legge nella nota divulgata dalla Abimei.

L’unica azienda che produce queste macchine è in realtà una piccola impresa che assembla solo pochi componenti prodotti da terzi e importa tutte le apparecchiature di tecnologia di generazione laser (che hanno un brevetto registrato da un'altra società in un altro paese). Inoltre, le poche unità immesse sul mercato non hanno nemmeno superato l'approvazione tecnica degli operatori di questo tipo di apparecchiature.

Secondo la Abimei, si tratta di “una battuta d'arresto completa e assoluta”. “In un momento in cui il Brasile dovrebbe promuovere la liberalizzazione del commercio, misure come questa mostrano come pochi elementi nel settore manifatturiero della produzione di macchinari nazionali vogliono chiudere gli occhi sul mercato esterno”, si legge nella nota, che bolla come “assurda protezione del mercato” la decisione della Camex.

Per la Abinei, “il Brasile non ha le condizioni per offrire all'industria la tecnologia di una macchina per il taglio laser come quella importata” e quindi la misura della Camex “aumenterà solo il costo dell'intera catena di produzione dal 20% al 40%”.


(ICE SAN PAOLO)

Notizie Italia/Estero