Restituita stringa vuota

Panorama Internazionale

12 GENNAIO 2019

10:42 - Albania

RAMA, L'ALBANIA PPREOCCUPATA DAL DEGRADO DELL'ACCORDO CEFTA

(ICE) - ROMA, 12 GEN -

Il premier Rama ha dichiarato che l’Albania è preoccuopata del degrado dell'accordo centroeuropeo di libero scambio, Cefta. "E' un degrado che va contro tutto quanto abbiamo immaginato e tentato di fare insieme nei numerosi incontri nell'ambito del processo di Berlino, promosso dal cancelliere tedesco Angela Merkel e poi sostenuto da molti altri paesi", ha detto Rama, aggiungendo che "è impossibile reagire per poter tornare alla fase precedente, se non ci sarà un serio, positivo e sostenibile sviluppo nelle relazioni fra la Serbia e il Kosovo, e se la Serbia non avrà la volontà di correggere tutti quegli aspetti degradanti che hanno preceduto i dazi del 100 per cento" sull'importazione di prodotti serbi e bosniaci imposti dal Kosovo. …Dal punto di vista commerciale e anche dello stesso accordo di Cefta - ha proseguito Rama - i dazi del 100 per cento sono innaccettabili, ma lo ripeto, non è un provvedimento commerciale, ma una reazione, è l'urlo di un paese abbandonato in isolamento dall'Unione europea a causa della mancata liberalizzazione dei visti, e di un paese che ha fatto di tutto per normalizzare il processo con la Serbia, ma non ha avuto come ritorno la stessa disponibilità, o meglio ha ottenuto la stessa disponibilità, ma in sostanza, non i risultati che si meritava", ha sottolineato il premier albanese, aggiungendo che a partire dalla primavera prossima i confini fra l'Albania e il Kosovo saranno aperti e non ci saranno controlli "Non vorrei che qualcuno trasformi intenzionalmente lo scopo e il contenuto di questo atto, riciclandolo tra i rifiuti nazional-folclorici del passato. Quello che vorremmo fare è molto semplice. Abbiamo studiato tutto il regime Schengen ed abbiamo avviato un dettagliato processo tecnico fra i rispettivi ministeri dell'Interno per garantire i parametri di sicurezza e una libertà di movimento senza mettere a rischio gli standard e le garanzie offerte", ha spiegato il premier. Rama ha poi sottolineato che lo stesso percorso verrà intrapreso con l'ex Repubblica jugoslava della Macedonia (Fyrom) e che desirerebbe estenderlo al Montenegro e a tutti i Balcani occidentali, per permettere almeno tra questi la libera circolazione delle persone. Lo scopo dell'Albania e quello di intensificare la comunicazione politica e diretta nella regione per consentire alle nuove generazioni di lasciarsi alle spalle il passato.

(ICE Tirana)