Restituita stringa vuota

Promotion

21 MARZO 2019

11:47 - Albania

APPROVATA FIRMA CONTRATTO PER MESSA IN OPERA AEROPORTO DI KUKES

(ICE) - ROMA, 21 MAR -

Il governo albanese ha approvato mercoledì scorso la firma del contratto con il consorzio composto dalle società Global Technical Mechanichs e Bami per la messa in opera dell'aeroporto di Kukes, nell'Albania del nord-est, a ridosso del confine con il Kosovo. La decisione, resa pubblica dal Ministro dell'Infrastruttura Belinda Balluku, è stata presa dopo oltre due mesi di negoziati tra le autorità ed il consorzio, proclamato lo scorso gennaio vincitore della gara internazionale indetta dal ministero. Bami, una società albanese operante nel settore edile, dovrebbe coprire il 70% dei lavori, mentre sulla Global Technical Mechanichs non ci sono informazioni. Le autorità hanno però spiegato, che il consorzio avrebbe già un accordo di collaborazione con la società olandese Naco, con esperienza nella gestione di aeroporti. Il contratto, che prevede un investimento di circa 8 milioni di euro, seguirà  il modello del Partenariato pubblico privato, con concessione di 35 anni. Il consorzio dovrebbe allungare ed ampliare la pista, il terminal passeggeri e sistemare l'area circostante. I lavori dovrebbero essere conclusi entro 24 mesi. L'aeroporto è stato costruito alla fine degli anni '90, grazie ad un investimento di circa 12 milioni di dollari reso disponibile dal dal governo del Kuwait, ma non è stato mai operativo. Le autorità albanesi sperano che l'aeroporto di Kukes possa attirare le compagnie di volo low cost e diversificare in questo modo il servizio aereo per i cittadini. "La posizione geografica favorevole ha già attirato l'attenzione di alcune importanti compagnie aeree low cost, quali Wizz Air, Easyjet, RyanAir e Pegasus. Gli studi preliminari prevedono un flusso di circa 300 mila passeggeri all'anno, nel periodo iniziale, con una tendenza in crescita negli anni successivi", ha dichiarato il Ministro Balluku. Attualmente in Albania è operativo solo un'aeroporto internazionale, 'Madre Teresa' di Tirana, con un flusso di oltre 2,3 milioni di passeggeri all'anno. Intanto il governo albanese ha avviato le procedure per la costruzione di un terzo scalo internazionale, questa volta a Valona, nel sud del paese a circa 100 chilometri da Tirana. La sua costruzione dovrebbe essere realizzata da un consorzio turco, composto dalle società Cengiz Construction, Kalyon Construction e Kolin Construction, le stesse che hanno costruito il terzo aeroporto di Istanbul, il più grande dell'area euroasiatica. L'investimento dovrebbe toccare i 100 milioni di euro, e l'intero finanziamento dovrebbe essere garantito dallo stesso gruppo turco. 

(ICE Tirana)