Restituita stringa vuota

Affari in corso

22 MARZO 2019

11:57 - Svizzera

FORTE CRESCITA DELLE FUSIONI-ACQUISIZIONI ELVETICHE

(ICE) - ROMA, 22 MAR -

Il mercato delle fusioni-acquisizioni (Mergers and Acquisitions, M&A) va a gonfie vele in Svizzera. Secondo l’indagine "Clarity on M&A" dello studio di audit KPMG, nel 2018 sono state recensite 439 transazioni concernenti imprese e investitori elvetici, contro 395 transazioni nel 2017.

Questa progressione del 24,8% costituisce un record assoluto dalla creazione dell’indagine da parte di KPMG nel 2007. In volume, la crescita del 30,9% si rivela altrettanto impressionante. Il totale delle transazioni ammonta a USD 132,9 miliardi, contro i 101,5 del 2017 (in franchi svizzeri, 133,2 e 101,8 miliardi). Tuttavia, l’ammontare pecuniario delle M&A  resta inferiore al risultato del 2014, che superava i USD 188 miliardi.

Più in dettaglio, tutti i tipi di transazione aumentano da un anno all’altro. Il balzo più importante (+36%) deriva però dalle operazioni domestiche – tra acquirenti svizzeri e venditori svizzeri – che passano da 69 a 94 unità.

Gli acquisti svizzeri di società straniere evolvono da 188 a 230 transazioni (+22%). Più di una transazione su due punta all’Europa occidentale, una su cinque il Nord America e una su dieci l’Asia.

Le acquisizioni straniere in Svizzera concernono 117 imprese, contro le 91 del 2017 (+29%). Più della metà derivano da acquirenti d’Europa occidentale (55%), quasi un quarto da nordamericani (23%) e il 15% da investitori della regione Asia-Pacifico.

Ultima categoria, le M&A realizzate da venditori e acquirenti stranieri, attraverso intermediari svizzeri, ottengono una crescita annuale dell’11%. Passano infatti dalle 47 operazioni del 2017 alle 52 del 2018.

Per quanto riguarda i settori, gli autori dello studio rilevano fusioni-acquisizioni notevoli nell’industria farmaceutica e nelle scienze della vita. Notano anche un certo dinamismo nel settore delle tecnologie, telecomunicazioni e media, così come nella finanza.

(ICE BERNA)