Aerospazio


dati 2017 Aerospazio

L'industria dell'aerospazio italiana rappresenta uno dei settori di eccellenza del made in Italy svolgendo un ruolo propulsivo nei confronti dell'economia nazionale con alti livelli di innovazione e con grande beneficio degli altri comparti industriali high tech.

Il comparto si posiziona oggi nel complesso come quarto player in Europa e settimo nel mondo con un fatturato di quasi 14 miliardi di Euro nel 2014 secondo gli ultimi dati forniti dall'associazione di categoria, l'AIAD. Operano nel comparto oltre 50.000 addetti con investimenti in R&S pari a circa il 12% dei fatturati in linea con la media europea.

Per quanto riguarda in particolare i prodotti e le tecnologie per lo spazio, l'industria italiana copre il 14% delle attività europee collocandosi al 3º posto dopo Germania e Francia. Un paio di miliardi di € il fatturato.

Secondo i dati forniti dall'ASI, l'Agenzia Spaziale Italiana, operano in questo comparto una cinquantina di aziende di una certa dimensione tra cui i grandi gruppi di Leonardo, Thales Alenia Space, Telespazio, Avio e Finmeccanica Airborne and Space System Division (Selex Galileo) oltre a migliaia di piccole e micro dimensioni. Oltre 5.000 gli addetti considerando solo le grandi aziende, 8.000/9.000 includendo anche le attività operazionali e di logistica connesse.

Il comparto è caratterizzato da una forte collaborazione tra industrie nazionali, PMI e istituzioni di ricerca costituendo un vero e proprio sistema Italia, leader in differenti campi, missioni scientifiche, radar per missioni di osservazioni della terra dallo spazio, strumentazioni scientifiche e per l'astrofisica, sistemi di propulsione e di telecomunicazioni.

Le migliaia di piccole imprese produttive operanti nel mega settore aerospazio sono distribuite sull'intero territorio nazionale con una maggiore concentrazione nel Lazio e Piemonte ma con significativo impatto sul territorio in diverse regioni del Mezzogiorno quali la Campania (grazie anche al CIRA, il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali), la Puglia (Bari e Brindisi) e, in misura minore, la Calabria (centro di eccellenza sui servizi satcom) e la Sicilia (distretto catanese della microelettronica collegato alla STMicroelectronics).

Dette aziende hanno per tanti anni lavorato in outsourcing per i colossi della galassia Finmeccanica e per i centri di ricerca territoriali tra cui, in primis ASI. Negli ultimi anni, a seguito dei cali delle commesse nazionali le microaziende stanno sempre di più muovendosi direttamente sui mercati esteri offrendo le loro tecnologie ai colossi esteri e alle agenzie e organismi internazionali interessati ad affidare in outsourcing nuove applicazioni di nicchia difficili o non convenienti sotto il profilo economico da sviluppare al proprio interno. Si sta assistendo a un fenomeno diffuso di crescente interesse verso le nuove applicazioni offerte dai piccoli satelliti da parte di diversi Paesi desiderosi di aprirsi una propria via allo spazio liberandosi dai vincoli di dover utilizzare satelliti e tecnologie delle grandi potenze mondiali operanti in detto ambito (USA, Francia, Russia, Cina, ecc.) e interessati ad avere propri centri spaziali per l'utilizzo delle nuove potenzialità offerte dai satelliti per il controllo del territorio e lo sviluppo di nuove tecnologie di telecomunicazione. Parimenti complesse le dinamiche nel comparto dell'aeronautica.

Il valore complessivo dell'interscambio per l'intero comparto dell'aerospazio ha superato i 9,5 miliardi di € nel 2015. Le nostre aziende hanno confermato la loro competitività e il saldo dell'interscambio si è mantenuto positivo. I principali mercati di sbocco sono Stati Uniti, Francia, Regno Unito e Germania. La Francia, in particolare, è seconda solo agli Usa negli acquisti che hanno sfiorato il miliardo di € lo scorso anno contro i 250 milioni di €di vendite nel nostro Paese. Estremamente difficile una ripartizione di detti dati tra i due sottocomparti aeronautica e spazio per l'estrema frammentazione della produzione con più livelli di subfornitura specializzata dove spesso lo stesso prodotto può essere utilizzato nei due comparti.


SCHEDE PRODOTTO

entra in Scheda prodotto

Scheda prodotto

L'analisi e i dati relativi ai mercati più rilevanti, e un focus sulla posizione del nostro paese rispetto ai principali paesi esportatori ed importatori. L'accesso è riservato agli utenti registrati.



AGOSTO 2017

EVENTI NEL MESE

Non ci sono eventi nel mese

OPPORTUNITÀ PER TE

Tutte le opportunità di business offerte dai mercati esteri, selezionate per il settore di interesse. le informazioni sono gratuite, è solo necessario essere registrati.



IN AGENDA

<<<agosto 2017>>>
lmmgvsd
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
       


Beni strumentali, tecnologia e servizi
Indirizzo di posta elettronica tecnologia.industriale@ice.it